Costa Masnaga

Costa Masnaga

Contatti

Costa Masnaga
Piazza Francesco Confalonieri, 4, Costa Masnaga
031856731

Orario Chiusa

Oggi la biblioteca è aperta dalle 10:00 alle 12:00

Visualizza l'orario completo


_________________________________________________________________________________________________________________________________________

In attesa dell'auspicata fine della pandemia e con la speranza che presto si possa ritornare ad ammirare dal vivo le opere d'arte, avvaliamoci degli strumenti che la tecnologia ci mette a disposizione per tenere vive le passioni e godere dell'incanto dell'arte. Spicchiamo il volo con la nostra anima e lasciamoci rasserenare dalla bellezza.

Buona Pasqua
Assessorato alla cultura e Biblioteca di Costa Masnaga





--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



Nell'anno in cui ricorrono i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta e in occasione del DANTEDÌ, che si celebra il 25 marzo, l'Amministrazione Comunale e la Biblioteca di Costa Masnaga hanno promosso la realizzazione di un video con la lettura di un adattamento per bambini dell'Inferno con lo scopo di avvicinarli alla Divina Commedia. Avranno poi modo di studiarla a scuola, ma è importante che incomincino già a conoscerla, perché con essa nacque la lingua italiana, ma anche perché è una delle opere più complesse mai scritte ed è conosciuta in tutto il mondo. E ancora perché vi troviamo riunita tutta la cultura dell'epoca: dalla geografia alla storia, alla filosofia, all'arte, alla teologia. Dante ha saputo analizzare i sentimenti umani in modo tanto mirabile che ancora oggi li possiamo sentire come nostri: la paura e il dolore, l’invidia e la rabbia, la disperazione, ma anche l’amicizia, l’amore, la gioia.
Ringraziamo le nostre bibliotecarie Manuela Nicolini e Susanna Brunello, il presidente della Commissione Biblioteca Andrea Bianco e il direttore artistico e consulente musicale Paolo Parente che, con la loro competenza e professionalità, hanno permesso la realizzazione di questo video.
 
L'Assessore alla Cultura
Anna Cazzaniga

Voce narrante
Susanna  Brunello
Manuela Nicolini

 

Video
Andrea  Bianco

 

Consulente  musicale
Paolo  Parente

 

 

 

 

Anche quest’anno, nonostante la pandemia assorba spesso tutti i nostri pensieri, vogliamo parlare della Shoah. Ci sono fatti della storia che vanno ricordati e tramandati alle nuove generazioni,  resi parte integrante della nostra cultura, perché possono insegnarci moltissimo con il loro carico di dolore. Purtroppo il mondo dimentica in fretta, fatica ad imparare dai propri errori, come altri grandi e assurdi genocidi ci hanno tristemente testimoniato. Per questo non bisogna dimenticare. Mantenerne il ricordo significa mostrare a quali abissi l’uomo può arrivare, ma anche come ne può rinascere.  È compito di ciascuno di noi operare affinché non si ripetano mai più queste atrocità.

L'Assessore alla Cultura e alla Biblioteca 

                   Anna Cazzaniga


VIDEO REALIZZATO DALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI COSTA MASNAGA IN COLLABORAZIONE CON LA BIBLIOTECA:

https://youtu.be/4icdlgdJaXA

 

 


AUGURI DI BUONE FESTE!

https://youtu.be/C1bp6q9f7e4

 “È nel dare che noi riceviamo”

Francesco d’Assisi

 

 

GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE 25 NOVEMBRE 2020

 

https://youtu.be/-xxyISchNaQ

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne 

Oggi più che mai, mentre siamo nel pieno di una pandemia che ha acuito e fatto aumentare gli episodi di maltrattamenti e abusi tra le mura domestiche,  è necessario ricordare e celebrare questa data. L'Amministrazione Comunale di Costa Masnaga ritiene fondamentale continuare a diffondere in tutti gli ambiti la cultura contro ogni forma di violenza e di discriminazione di genere.
La violenza va fermata «con la prevenzione, la formazione, il contrasto senza concedere sconti a nessun atteggiamento di sopraffazione. Le leggi non bastano se le menti non cambiano».

BIBLIOGRAFIA


 

 

 

 

 

 

 

***

 

 

Caro Nonno, mi spieghi la Costituzione?

 

https://drive.google.com/file/d/15yBvdKdwBIti3sNmCUuQZ7XqJiaVhiVH/view?usp=sharing

 

“Nonno, mi racconti una storia?”

Chissà quante volte, perfino noi un po’ più in là con gli anni, l’abbiamo chiesto ai nostri nonni. E oggi, quante volte ce lo siamo sentito chiedere…

Questo è un giorno in cui, da nonni, da papà o mamma, raccontare una storia può avere un valore ancora più importante.

La storia che possiamo raccontare ai più giovani, ai più piccoli è quella del nostro Paese, l’Italia, un paese che si è costruito intorno alla sua Carta fondamentale, la Costituzione: la migliore Carta dei diritti e dei doveri al mondo.

Un libro di tanti anni fa, con regole che dobbiamo rispettare per fare dell’Italia un Paese migliore. Ma è fatta anche di diritti e principi fondamentali.

La Biblioteca di Costa, il Comune e Percorsi d’Arte, per celebrare il 2 giugno, festa della Repubblica italiana, hanno così “vestito” i panni dei nonni e hanno raccontato la storia della nostra Costituzione con due video: oggi vi facciamo ascoltare quello dedicato ai più giovani, ai più piccoli.

Domani il video per gli adulti.

https://drive.google.com/file/d/1LmH4_KV75VNIElET-3_dJRhB8wv0UYTC/view?usp=sharing

I testi sono di Manuela Nicolini, la voce e le immagini di Paolo Parente e la realizzazione è stata a cura di Andrea Bianco.

Nel video di oggi, per i bambini, il tono del racconto è semplice e familiare, molto colore e in particolare del tricolore italiano, le immagini sono spesso opere di artisti che hanno quella gioiosità tipica dell’infanzia come: Monet, Renoir, Van Gogh, Klee, Depéro, De Chirico, Mirò e Picasso.
La musica “fiabesca è di Mozart.

C’è anche un pensiero molto bello e profondo all’inizio del video.
Lo ha scritto Anna Sarfatti, una famosa e brava scrittrice per bambini:

Ecco cosa dice:

"Buongiorno bambine e bambini,
giovani cittadini benvenuti
tra i miei fogli scritti di regole e diritti.
Benvenuti! A voi mi presento,
sono il Documento,
il monumento dell'Italia unita,
da venti anni di violenze uscita
e dalla guerra lacera e ferita,
che ha iniziato con me una nuova vita."

Chiamate quindi a raccolta i più piccoli, i più giovani e ascoltate con loro questa storia. E se vi piace, condividetela online con tutti i vostri amici.

***

 

 

Un viaggio virtuale nelle biblioteche piu' belle del pianeta

Ecco il link:   Biblioteche meravigliose ...  Buon viaggio!

***

Il Comune di Costa Masnaga, l'Assessorato alla Cultura e la Biblioteca - Percorsi d'Arte - augurano

Buona Pasqua 2020

condividendo il video realizzato da Paolo Parente con il supporto tecnico di Andrea Bianco.

***

Luis Sepúlveda, addio allo scrittore che ci ha insegnato a volare (1949-2020)


Dal libro “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”

“È molto facile accettare e amare chi è uguale a noi, ma con qualcuno che è diverso è molto difficile, e tu ci hai aiutato a farlo.”

“- Bene, gatto. Ci siamo riusciti - disse sospirando - Sì, sull’orlo del baratro ha capito la cosa più importante - miagolò Zorba - Ah sì? E cosa ha capito? - chiese l’umano - Che vola solo chi osa farlo - miagolò Zorba.”

“E se è tutto un sogno, che importa. Mi piace e voglio continuare a sognare.”

“«Volare mi fa paura» stridette Fortunata alzandosi. «Quando succederà, io sarò accanto a te» miagolò Zorba leccandole la testa.”

“Fortunata, ti assicuro che sarai felice, e allora i tuoi sentimenti verso di noi e i nostri verso di te saranno più intensi e più belli, perché sarà l’affetto tra esseri completamente diversi.”

“Nella tua vita avrai molti motivi per essere felice, uno di questi si chiama acqua, un altro ancora si chiama vento, un altro ancora si chiama sole e arriva sempre come una ricompensa dopo la pioggia.”

“Nessun uccello vola appena nato, ma arriva il momento in cui il richiamo dell’aria è più forte della paura di cadere e allora la vita gli insegna a spiegare le ali.”

“Gli amici non muoiono e basta: «ci» muoiono, una forza atroce ci mutila della loro compagnia e poi dobbiamo continuare a vivere con quei vuoti nelle ossa.”

 

Dal libro “Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza

 "Un vero ribelle conosce la paura ma sa vincerla.”

“C’era una lumaca che, pur accettando una vita lenta, molto lenta, e tutta sussurri, voleva conoscere i motivi della lentezza.”

“Disgraziatamente gli umani sono imprevedibili. Spesso con le migliori intenzioni causano i danni peggiori.”

“Tutto ciò che hai visto, tutto ciò che hai provato, amaro e dolce, pioggia e sole, freddo e notte, è dentro di te, e pesa, ed essendo così piccola quel peso ti rende lenta.”

 

Dal libro “Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà”

“Ululo perché la voce del dolore non si dimentica mai.”

“Fedeltà: alla vita che non si può mai tradire e anche ai legami d’affetto che il tempo non può spezzare.”

“C’è fiducia nel suo sguardo, sa che non lo abbandonerò e che nella mia testa di cane c’è un’idea che posso spiegare solo coi miei gesti e movimenti canini, perché al principio dei tempi il Ngünemapu ha disposto che gli animali e gli uomini non si capissero parlando ma attraverso i sentimenti espressi dal modo di guardare.”

 

Dal libro “Il vecchio che leggeva romanzi d'amore”

"Con gli anni arriva la saggezza e aveva aspettato, fiducioso, che questa saggezza gli desse quello che più desiderava: la capacità di guidare la direzione dei ricordi per non cadere nelle trappole che questi spesso gli tendevano.”

“Nessuno riesce a legare un tuono, e nessuno riesce ad appropriarsi dei cieli dell’altro nel momento dell’abbandono.”

 

Dal libro “Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico”

“I veri amici condividono il meglio che hanno.”

“Non è giusto che una persona sia padrona di un’altra persona o di un animale.”

“I veri amici condividono anche le piccole cose che allietano la vita.”

 

Dal libro “Ingredienti per una vita di formidabili passioni”

“Apparentemente siamo tutti prigionieri di un mondo mentale in cui le visioni si diluiscono con il sogno e il desiderio.”

“Dobbiamo esercitare un controllo permanente sul potere e non permettere che anche solo una delle nostre domande rimanga senza risposta. E sono molte le domande che abbiamo.”

 

Dal libro “Il mondo alla fine del mondo

“La lotta contro i nemici dell’umanità si combatte in tutto il mondo, non richiede né eroi né messia, e inizia dalla difesa del più fondamentale dei diritti: il Diritto alla Vita.”

 

Vedi tutti

GIORNATA DELLA MEMORIA 2021

Vedi tutti

NOVITA' DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL TERRITORIO LECCHESE

Vedi tutti

STORIA DELL' EPIDEMIOLOGIA E DELLE PANDEMIE