Premio Nobel per la Letteratura 2017

 

Premio Nobel per la Letteratura 2017 a Kazuo Ishiguro che "in romanzi di grande forza emotiva, ha svelato l'abisso sotteso al nostro illusorio senso di connessione con il mondo".

Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Milne, A. A.

Trovati 2 documenti.

Quando eravamo orfani
0 0
Libri Moderni

Ishiguro, Kazuo - Milne, A. A.

Quando eravamo orfani / Kazuo Ishiguro ; traduzione di Susanna Basso

Torino : Einaudi, 2000

Abstract: Shangai, inizio del '900: un bambino, un padre che lavora nel commercio dell'oppio fra Inghilterra e Cina, una madre che si batte per i diritti civili. Londra, anni Trenta: Christopher Banks il bambino di allora, cresciuto nei colleges inglesi dopo la misteriosa sparizione di entrambi i genitori, è diventato il detective più famoso del Regno Unito. Ma l'enigma sulla sorte dei genitori non gli dà pace: ritorna in Oriente per indagare sul doppio rapimento, prima che il mondo precipiti nel baratro del conflitto mondiale. Però la verità che alla fine giungerà a scoprire è molto più banale, e drammatica, di ogni possibile supposizione.

Quando eravamo orfani / Kazuo Ishiguro ; traduzione di Susanna Basso
0 0
Libri Moderni

Ishiguro, Kazuo - Milne, A. A.

Quando eravamo orfani / Kazuo Ishiguro ; traduzione di Susanna Basso

Torino : Einaudi, 2002

Einaudi tascabili. Letteratura ; 962

Abstract: Per Christopher Banks tutto sembra essersi fermato quando, da bambino, gli sono stati misteriosamente rapiti i genitori. Fino a dieci anni è cresciuto come un orfano nella ricca Shanghai dell'oppio, per poi essere affidato alle cure di una zia nell'austera Inghilterra. Londra anni Trenta: Christopher è ormai un famoso detective privato, ma dietro ad ogni caso brillantemente risolto grava l'enigma di quel rapimento. Poco importa se in quegli anni proprio a Shanghai si sta innescando la scintilla che porterà il mondo alla rovina. Banks, infatti, ritiene che anche il massacro insensato della guerra sia un caso risolvibile per un buon investigatore, magari con l'aiuto del suo strumento feticcio, la lente di ingrandimento.