Ordine di visualizzazione per data decrescente: le ultime novità sono prestabili 18 mesi dopo la data di pubblicazione ai sensi della legge 633/41.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Italia
× Nomi Manabe, Riichiro
Includi: tutti i seguenti filtri
× Lingue Giapponese
× Nomi Hosoda, Mamoru

Trovati 1 documenti.

Mostra parametri
ˆLa ragazza che saltava nel tempo
0 0
Videoregistrazioni: DVD

ˆLa ragazza che saltava nel tempo / regia: Mamoru Hosoda ; sceneggiatura Satoko Okudera ; musica Kiyoshi Yoshida ; tratto dal romanzo di Yasutaka Tsutsui

[S.l.] : Kaze, 2011

Abstract: Makoto Konno F una liceale giapponese come tante altre: la mattina si alza tardi ed a scuola arriva sempre all'ultimo momento, la sua rendita scolastica non F troppo brillante e non ha ancora ben deciso che cosa fare nel proprio futuro. Di certo, per=, sa cosa fare nel presente: passare le giornate con i suoi due grandi amici, Chiaki e Kousuke. Kousuke F serio e responsabile ed F una persona su cui si pu= fare sempre affidamento, mentre Chiaki ha un carattere pi· simile a quello di Makoto ed F da poco giunto nella sua scuola. Il trio trascorre le sue giornate giocando a baseball, andando al karaoke o semplicemente bighellonando in giro e nulla sembra poter intaccare la loro amicizia. Un giorno, per=, senza una spiegazione logica, Makoto entra in possesso della capacita di viaggiare indietro nel tempo. Si tratta di un potere invero bizzarro: prendendo la rincorsa e saltando con slancio, riesce a tornare indietro di un lasso di tempo variabile in base allo slancio preso, il che significa che l'atterraggio non F mai dei migliori. Un dono assai bizzarro, che la prima volta le permette di salvarsi da un tragico incidente che avrebbe avuto conseguenze fatali. Dopo l'iniziale sorpresa, la ragazza comincia a prendere confidenza con il suo nuovo potere e ad abusarne, utilizzandolo ogni volta che si trovi ad affrontare una situazione inaspettata: un compito in classe a sorpresa, una situazione imbarazzante, una dichiarazione amorosa imprevista, la sorellina che le ha rubato il budino... Ma presto Makoto capira che nonostante il potere concessole non F comunque possibile sistemare tutte le cose come si vorrebbe, e che per vivere F necessario affrontare le varie situazioni che si presentano e non evitarle di continuo.